logo
logo  logo

Musica per il matrimonio consigli su Quale scegliere e come scegliere!

Musica per il matrimonio Consigli

Quale scegliere e come scegliere!

Quando si parla di Musica per il matrimonio, ormai si parla di richieste da parte degli sposi sempre più particolareggiate. Dati tecnici, idee chiare, richieste musicali precise…

Questo denota una maggiore consapevolezza musicale e questo cambio di rotta mi rende felice perché finalmente le coppie hanno capito che la Musica per il matrimonio è un servizio tutt’altro che accessorio nell’organizzazione della festa di nozze.

 

Per quanto riguarda i generi musicali preferiti durante il momento dell’aperitivo, di solito la scelta ricade sul repertorio jazz-swing e bossanova.

 

Personalmente, salvo che gli sposi non siano appassionati di STANDARD JAZZ e abituati a seguire questo genere, credo che sia importante proporre ATMOSFERE JAZZ ma scegliendo brani comunque di facile ascolto e d’accompagnamento.

L’atmosfera soft che precede il momento conviviale, si coniuga molto bene con brani pop o della storia del rock  rivisitati  in chiave jazz (prova ad ascoltare la mia versione di “SUNDAY MORNING” dei Maroon 5).

 

E’ d’obbligo che in questo momento della giornata la musica per matrimonio sia un sottofondo gradevole e non invadente, che dia spazio al dialogo in un ambiente rilassato.

 

UN CONSIGLIO: Scendere bene nei dettagli con i musicisti che sceglierete per la musica per il vostro matrimonio, per non ritrovarsi ad un concerto da club troppo difficile da interpretare che rischia di divertire solo gli artisti. Avere un quartetto con contrabbasso crea subito atmosfera ma scendete bene nei particolari del repertorio!!!!

 

Musica per il matrimonio consigli per l’ingresso in sala degli sposi

Musica per matrimonio Lago di Como 2

Quando parliamo di musica per il matrimonio non possiamo dimenticare i momenti TOPICI come L’ingresso in sala degli sposi.  All’entrata in sala non dovrebbe mancare un cambiamento di stile o di genere a sottolineare l’arrivo degli sposi.

Le richieste più diffuse sono relative e più di moda spaziano dall’ingresso in stile Classico, Romantico/fiabesco, all’effetto FLASH MOB. A tal proposito, vi suggerisco il mio articolo proprio relativo all’ingresso in sala degli sposi.

Durante il momento conviviale sempre meglio optare per una playlist di sottofondo registrata e preparata precedentemente. Negli ultimi anni non è più di moda stare al tavolo più di 1h e 30’’ ed è giusto lasciar conversare gli ospiti e gustare i piatti proposti.

L’unico momento musicale che mi sento di proporre potrebbe essere tra una portata e l’altra, magari proposto in modo scenografica (un piccolo show all’interno delle proposte per la musica per il matrimonio a contorno).

Potrebbe esserci l’esigenza, in accordo con la cucina, di colmare qualche momento di attesa. Allora suggerisco di ascoltare qualche brano cantato o suonato dal vivo che sia conosciuto dalla maggioranza degli ospiti.

 

La cosa migliore è, a mio avviso, è lasciare carta bianca al musicista, che saprà interpretare le preferenze dei vostri ospiti e adeguare le scelte al momento. E’ questo il valore aggiunto che può darvi un professionista del settore, non solo l’interpretazione dei brani!!!

Se il pranzo o la cena va per le lunghe……

Potreste aver bisogno a quel punto di una pausa movimentata !

Se è previsto un momento “sorbetto”, che solitamente dura tra i 20 e i 30 minuti, potrebbe essere valutato un momento coinvolgente (MA SENZA ESAGERAZIONE o ANIMAZIONE DA VILLAGGIO!!!).

La cosa migliore è optare per brani che io chiamo “di aggregazione” come per esempio la disco 70: Gloria Gaynor , Abba, Bee Gees .. oppure  rock n roll revival o twist, in base ovviamente agli ospiti presenti. Musiche che raccolgono sempre molte adesioni spontanee al ballo e l’approvazione degli invitati di ogni età.

 

 

Si arriva così al taglio della torta, uno dei momenti più importanti della giornata.

 

A mio avviso questo è il momento magico per eccellenza e va giocata la carta della “VOSTRA CANZONE” se ne avete una o comunque un brano della vita degli sposi. Se non avete una vostra canzone fatevi consigliare o cercate tra  i grandi classici per non sbagliare.

 

 

Dopo la torta, non ci sono più scuse: il matrimonio è una festa e sarà la capacità del musicista di far scatenare gli amici.

Iniziare la festa con la musica live è sempre più coinvolgente. L’ideale è avere un DANCE SHOW LIVE di massimo 1 h e 30’’ minuti. Oltre, la festa deve necessariamente concludersi o avere un rinnovamento. In questo caso, se l’idea è di prolungare fino a tarda notte i balli,

dalle 00:00 consiglio l’abbinamento con dj set.

 

Sognate un matrimonio contemporaneo? Ecco alcuni dei brani della mia playlist dal vivo pensata proprio per la musica per il matrimonio.

Alcuni brani sono ascoltabili cliccando il link!

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *