logo
logo  logo

Tecnica vocale: Intonati si Nasce?

cantoSpesso mi viene posta questa domanda perciò ho pensato di dedicare tempo a scrivere un post sull’argomento e magari postare anche in futuro qualche esercizio di EAR TRAINING!
Andiamo con ordine…
Il talento può essere definito come la capacità di collegare efficacemente l’immaginazione all’esecuzione senza grandi sforzi.

E’ vero che alcuni cantanti cantano meglio di altri per natura e predisposizione ma è anche vero che, con dedizione e allenamento,
un cantante/musicista può sviluppare abilità eccezionali tramite uno scrupoloso allenamento dell’orecchio.

Si, perchè è proporio questione di ORECCHIO!
Vediamo nel dettaglio perchè un cantante può non essere perfettamente intonato:

Innanzitutto bisogna fare una distinzione tra “stonati” e “stonati”!

La differenza è tra la percezione (coordinazione dell’orecchio e cervello) e la riproduzione (cordinazione tra cervello e voce).

Nel primo caso bisognerà intervenire con esercizi di EAR TRAINING , nel secondo caso con esercizi di rieducazione vocale (studio della tecnica vocale)

E poi ci sono gli stonati emotivi che in realtà…non sono stonati!
Questa categoria è piuttosto diffusa purtroppo, e la loro difficoltà dipende essenzialmente dall’insicurezza.
Alcuni conoscono il potenziale della loro voce ma, non osano esporsi e farsi ascoltare così si convincono di essere stonati e aggirano il problema!!

Per ognuna di queste problematiche c’è una soluzione e così il numero reale di stonati cronici si è quasi azzerato.
Acquisire SICUREZZA EMOTIVA è il denominatore comune di tutte queste problematiche.

AVERE UN ORECCHIO ALLENATO aumenta la sicurezza!
AVERE UNA BUONA PREPARAZIONE TECNICA VOCALE aumenta la sicurezza e migliora anche il controllo dell’ansia di essere ascoltati!
Il consiglio è ASCOLTARE ASCOLTARE ASCOLTARE!

Fate attenzione ad ogni suono.. non solo alla musica! Ogni “rumore” è musica e ha una sua musicalità e caratteristiche precise : TIMBRO, ALTEZZA e RITMO!

Fate un esercizio semplice….
alzate la cornetta del telefono e sentite il “tu-tut”. Quella è una nota precisa che si ripete ad un ritmo preciso e ha un’altezza precisa! Riuscite a riprodurlo? E giocafrci ritmicamente?

Questo è solo un banale esercizio ma potrete fare esperimenti con qualunque suono, il motore di un’auto ferma, i rumori di cantiere edile…

Il primo passo è proprio saper ascoltare e cercare di riprodurre i suoni intorno a noi…

IN FASE INIZIALE SU COSA POSSO ESERCITARMI OLTRE CHE SUI SUONI INTORNO A ME?

1) SAI RICONOSCERE LA DIFFERENZA DI ALTEZZA TRA SUONI?
Se non sei in grado di dire se una nota è più alta o più bassa di un’altra allora avrai bisogno di lavorare con un insegnante che possa cominciare a darti una guida specifica.

2) POSSIEDI COMPETENZE DI BASE SU PIANOFORTE O CHITARRA?
Non c’è bisogno di particolare tecnica, ma è fondamentale visualizzare le note su uno strumento… sarà tutto più semplice.

Per oggi direi che basta così!!! Prossimamente torneremo sull’arogmento intonazione, magari con altri esercizi pratici!

V.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *